QUANDO CI SONO DIVERSI DEBITI: DEBITORE O CREDITORE DECIDE QUALE È PAGATO??

05 Marzo 2018

Potrebbe capitare nella vita di avere più debiti della medesima specie nei confronti dello stesso creditore.

Per debiti della medesima specie si intendono quei debiti aventi ad oggetto una somma di denaro o cose fungibili dello stesso genere.

Qualora il soggetto passivo del rapporto abbia risorse per coprire solo uno (o alcuni) dei debiti nei confronti del suo creditore, chi decide a quale rapporto obbligatorio verrà imputato il pagamento?

La soluzione al quesito si ricava dal combinato disposto degli articoli 1193 e 1195 del Codice Civile.

Il Legislatore dà priorità al debitore, nel senso che, nell’atto del pagamento, egli potrà dichiarare quale debito intende soddisfare e il creditore non avrà potere di opposizione.

Qualora il debitore non esercitasse tale facoltà, sarà il creditore a poter decidere a quale debito imputare il pagamento, tale dichiarazione dovrà però essere accettata dal debitore.

Infine, nell’ipotesi in cui né il debitore, né il creditore abbiano effettuato l’imputazione, interverranno i seguenti criteri suppletivi: a) il pagamento si imputa al debito scaduto; b) in caso di più debiti scaduti, a quello meno garantito; c) tra più debiti ugualmente garantiti, al più oneroso per il debitore; d) tra più debiti ugualmente onerosi, al più antico.

In via del tutto residuale, se nemmeno tali criteri riuscissero a soccorrere, l’imputazione verrà fatta proporzionalmente ai vari debiti.